Operazione SEDAN - sanitamilitareitaliana

Vai ai contenuti

Menu principale:

Operazione SEDAN

Pubblicazioni > Piemonte Pubblicazioni
OPERAZIONE SEDAN

Ci sono guerre che, si dice, cambiano il mondo. C’è del vero in questa affermazione, sicuramente per le guerre cosiddette mondiali, anche se, in realtà ogni guerra è fatale per coloro che vi prendono parte o in esse sono coinvolti.
La guerra del 1870 tra Francia e Prussia fu sicuramente uno di quegli eventi che segnarono la storia non solo delle nazioni direttamente coinvolte ma dell’intera Europa, gettando le basi per evoluzioni realmente storiche.
In questo contesto ebbero a operare anche dei piemontesi. Furono soldati d’amore che combatterono non contro un nemico in carne ed ossa ma contro dolore, malattia e morte; furono non solo testimoni, ma parte attiva della guerra Franco-Prussiana.
Illuminante fu il lavoro del Colonnello Pier Francesco Liguori che, con il suo libro “Gente di Croce Rossa”, portò alla luce le memorie del prof. Giovanni Calderini, nostro conterraneo e partecipe all’Impresa..
L’argomento, la missione dell’ambulanza torinese che operò nell’area di Sedan, è cruciale per la Croce Rossa Italiana dal momento che rappresenta, in assoluto, la prima missione umanitaria internazionale nella storia della nostra Associazione.
La vicenda, l’epopea dei piemontesi a Sedan, è poco nota e poco trattata persino in Croce Rossa. Eppure si tratta di una pagina bellissima di autentica Croce Rossa, di quella Croce Rossa che ben aveva raccolto lo spirito di Dunant.
E proprio la vicenda narrata dal Calderini con piglio fresco ma intenso, che diede l’idea di affrontare anche noi, Ufficio Storico del Comitato di Crescentino (VC) in collaborazione con A.N.S.M.I. Piemonte, un’impresa: portare agli appassionati di storia militare questa vicenda bellissima e tragica, sulle ali di un media insolito ma di sicuro impatto.
E decidemmo per la nobile arte del fumetto.

(Massimo Cappone, Presidente ANSMI Verrua Savoia e Maurizio Galia, Corpo Militare CRI)



 
Torna ai contenuti | Torna al menu